Luoghi dell'anima

francesco ballero

FacebookTwitterRSS Feed

Si viaggia nella notte

Deserto di Giuda - fotografia Francesco Ballero

 

L’Epifania è festa grande, una grandissima festa che preannuncia la Pasqua.
E’ la festa del desiderio; desiderio di senso, di verità, di giustizia, di pace, di misericordia, di amore…
Desiderio = de-siderum = dalla stella.
E’ la festa della stella che ha guidato i magi, li ha messi in cammino.
E’ la festa di tutti coloro che sono assetati di senso e di giustizia.
Buona festa.

 

Click per leggere il commento al Vangelo dell’Epifania di Padre Cesare o.c. (Monastero "Dominus Tecum" - Pra'd Mill - Bagnolo Piemonte)

Click per leggere il commento al Vangelo dell’Epifania di Padre Enzo Bianchi (Monastero di Bose)

E’ fatale la spada a doppio filo
che s’insinua nel giunto dentro l’anima
e il cuore muto, che si è fatto ascolto,
è dolore incompreso e incompiuto
a premere il cammino alla ricerca
di un volto e di uno sguardo in cui immergersi.
Si viaggia nella notte quando il buio
è pesante spessore ed è possibile
perdersi e dà coraggio, sorvegliando
all’esterno delle orbite abituali,
lo scernere la stella prediletta
che governa ed ammaestra il nostro sogno.
Si viaggia nella notte quando intendi
solo lo zoccolare dei giumenti
sopra l’acciottolato che rintocca
ma odi ancora gli effluvi di spezie
che echeggiano i mercati e le fiumane
discese rumorose nelle piazze.
Si viaggia nella notte quando i colori
riposano riposti e sono solo
infecondi ricordi e non comprendi
se sei per incontrare il decisivo
momento del tuo nascere o morire,
il capo reclinato sulla terra.
Si viaggia nella notte quando ignori
che profili di monti minacciosi
celano altre montagne ancor più grandi
ed occorre andare oltre e poi sempre oltre,
poi il deserto assetato ove è supremo
il silenzio e gli amici ora zittiscono
e il vento segna i visi già scavati.
E’ pura meraviglia lo scoprire
di aver viaggiato tanto per capire
una mutata immagine dell’uomo
negli occhi di un bambino vulnerabile,
un Volto ed uno Sguardo che t’insegnano
un ritorno per strade sconosciute.

© francesco ballero