Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie privacy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per poter navigare correttamente sul sito occorre accettare l’uso dei cookie.

francesco ballero

canta e cammina

Tesoro di tenerezza

sabato 9 marzo 2019 – dopo le ceneri
Is 58,9-14 Sal 85 Lc 5,27-32
Mio Signore, non c’è bisogno di sciupare troppe parole, tu sai già tutto, mi conosci. Posi il tuo sguardo su di me, ti spingi nelle profondità del mio cuore e mi conquisti. Io non ti oppongo resistenza. Tu mi sazi negli aridi terreni distesi ai bordi delle mie vie. Tu mi vedi ed io prendo dimora nel tuo cuore. So di essere peccatore, ho spesso imposto le mie gabelle a chi mi ha fatto del male. Ma sono un povero diavolo che non sa più ribellarsi alla tua parola. Sono povero e senza forze. Non mi resta che affidarmi alla tua misericordia. Senza condizioni mi accetti così come sono e mi affidi un tesoro di tenerezza. Con il tuo stesso sguardo di misericordia insegnami a deporre quel tesoro di tenerezza sulla tavola di ogni fratello. Senza condizioni, come fai tu. Signore, esaudisci questa mia preghiera, tendi l’orecchio, rispondimi, perché io sono povero e misero. Custodiscimi perché cerco di esserti fedele; tu, Dio mio, salva il tuo servo, che in te confida.