Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie privacy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per poter navigare correttamente sul sito occorre accettare l’uso dei cookie.

francesco ballero

canta e cammina

La festa che appassiona

Adorazione dei Magi - attrib. Giotto da Bondonedomenica 6 gennaio 2019 – Tempo di Natale – Epifania del Signore
Is 60,1-6 Sal 71 Ef 3,2-3.5-6 Mt 2,1-12
“Dove è colui che è nato?”
A Betlemme, terra di Giuda, in mezzo alla campagna, terra di pastori, terra dura, di pascoli e roccia; poi c’è un’altra terra, una terra lontana, una terra da attraversare coi suoi deserti e le sue montagne. Ci sono terre abituali, sicure e monotone. C’è il cielo con le sue stelle. Non puoi non guardare il cielo, che ti fa sognare e ti invita a cercare altro e a guardare lontano. Poi scorgi una stella più luminosa delle altre, la tua stella. Ognuno ha la sua stella. La stella ha una traiettoria, percorre il cielo. Ci chiama ad un cammino, ti riempie gli occhi di orizzonti e le gambe di sabbia. Per noi sempre di terra si tratta, terra che si muta in polvere di stelle. Amiamola, la terra, perché è essa a condurci con l’aiuto di una stella.
A Betlemme il cielo si unisce alla terra; basta avere il cielo negli occhi e la terra nei piedi. Basta avere la passione. Passione per la verità. Passione per conoscere. Passione che spinge al cammino con la felicità di un’attesa. Sì, il cammino è un’attesa felice. Passione per gli errori e le debolezze, per l’aver smarrito la strada e finire nel luogo più sbagliato di tutti, Gerusalemme, da dove nessuno ha voglia di muoversi, ma solo di difendere le proprie certezze. Passione che spinge ad insistere e a non perdersi d’animo. Passione che si accende di gioia per la stella ritrovata. Passione per accorgersi. Bisogna aver passione per accorgersi che un bambino è nato. “Dove è colui che è nato?” Dentro la nostra terra, nei nostri luoghi, quelli abitati con passione. 
Tieni viva in noi, Signore, la passione che ci spinge a cercarti, risplendi per noi più delle stelle, illumina la nostra terra, illumina i nostri volti ed il nostro camminare ed agire affinché anche noi possiamo risplendere e forse essere stella per qualcuno.

Lettura consigliata: E sollevano polvere di stelle - Alessandro Deho