Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie privacy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per poter navigare correttamente sul sito occorre accettare l’uso dei cookie.

francesco ballero

canta e cammina

È notte

martedì 16 aprile 2019 – Settimana santa
Is 49,1-6 Sal 70 Gv 13,21-33.36-38
È notte. Che la notte non affondi le sue mani nel nostro cuore. Fai luce, Signore, nelle sbiadite zone intime e segrete dei tuoi discepoli. Abbi pietà per le nostre terribili notti dove è annidata la tentazione del tradimento e del rinnegamento. Per la scarsa visibilità, per superficialità, talvolta banalizziamo le tue parole. Siamo poco consapevoli di noi stessi ed invece molto spavaldi nella convinzione di saper affrontare la notte. Quando ciò ci accade, non ci negare il tuo sguardo misericordioso; non sottrarci l’amore che non si arrende neppure quando viene annichilito. Abbi pietà del traditore e del codardo che sono in noi. Rendi forte l’amico che vorremmo essere quando siamo lucidi. Donaci il coraggio di restare accanto a te, sempre, Tu che porti la salvezza fino all’estremità della terra, fino alle oscure regioni della notte. Questa è la tua giustizia che io non so misurare, questa è la giustizia che la mia bocca racconterà.