Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie privacy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per poter navigare correttamente sul sito occorre accettare l’uso dei cookie.

francesco ballero

canta e cammina

Spreco

lunedì 15 aprile 2019 – Settimana santa
Is 42,1-7 Sal 26 Gv 12,1-11
Essere capaci di un amore senza calcoli! Perché Tu voglia saziare il mio sguardo di questa ampiezza, io ti imploro, Signore Gesù. L’aroma di questo profumo riempia tutta la casa. Ti offro ogni giorno la mia piccola, povera ed umile preghiera, anche se talvolta mi appare inutile ed il tempo trascorso sciupato. Ma non è così, perché comunque è un gesto d’amore. Anche un piccolo cenno d’amore rimane per sempre; la sua essenza impregna anche i capelli della mia testa. Quel tempo sprecato, quei gesti inutili sono colmi d’amore. Sono i lineamenti femminili che appartengono anche a me, che sono rozzo e grossolano; ma solo alcune donne sanno sprecare il profumo di una umanità semplice e ardente. Accogli anche, Signore, la mia carenza di parole, che queste no, non sono in grado di sprecare. L’adorazione silenziosa è il mio unguento prezioso, che non va perduto perché fruttifica e germoglia. Lo fiuto, percepisco che si espande nelle profondità dell’essere.
Ti adoro e contemplo l’immagine del tuo corpo martoriato, il tuo corpo così amante che diviene corpo amato, quel corpo che mai potrà conoscere la corruzione. Voglio contemplarlo con lo sguardo di Maria, con i suoi occhi purificati che si lasciano interrogare dall’amore. Un cuore purificato, un amore disarmato ed ardente, non bada allo spreco, i suoi gesti sono i più semplici, i più antichi e i più umani. Rianima, Signore, anche tutto quanto di altro ho sprecato nel corso della vita sino a diventare una fiammella fumigante. Confido nel fatto che Tu sai innalzare sino al cielo ogni genere di spreco. Tu non spegni uno stoppino dalla fiamma smorta.